Fitch Ratings, Zaia: "L'agenzia conferma il Veneto un ente affidabile e trasparente. I debiti li copriamo con il risultato operativo"

3' di lettura 18/09/2021 - “In uno scenario economico ancora instabile, condizionato principalmente dagli effetti della pandemia, che ha messo sotto pressione le finanze degli enti pubblici, il Veneto si assicura il rating ‘BBB-’ a lungo termine, con Outlook stabile, che rispecchia quello dello Stato Italiano, e un rating ‘F3’ di breve termine.

A dirlo è una delle più importanti agenzie di valutazione del merito creditizio americane, la società finanziaria Fitch, che ha esaminato i conti regionali e ha dato un giudizio complessivo, direi più che positivo, sullo stato di salute economico, finanziario, etico, amministrativo, gestionale e manageriale del Veneto. Siamo una Regione virtuosa e la governance pubblica dimostra con i fatti di soddisfare le esigenze e le aspettative di sviluppo dei cittadini e imprese, oltre a saper raggiungere gli obiettivi strategici fissati nel programma di governo che un anno fa ci ha premiati con un consenso di peso”.

Con queste parole il Presidente del Veneto commenta il giudizio elaborato dalla FitchRatings che considera come “moderato” il profilo di rischio della Regione rispetto ad altri enti locali e regionali a livello internazionale. Questo risultato è dato, nello specifico, da quattro fattori valutati come “Moderato” (stabilità delle entrate, sostenibilità delle spese, flessibilità delle spese, flessibilità di debito e liquidità) e da due fattori valutati come “Forte” (flessibilità delle entrate, prevedibilità di debito e liquidità).

“Ricordo che il Veneto ha un PIL pro capite di quasi 34mila euro, sopra le medie italiana ed europea, un tasso di occupazione del 67% assieme ad un basso livello di disoccupazione, pari al 6%, e con una diffusa rete di piccole e medie imprese che contribuiscono alla bilancia economica con esportazioni verso l’Europa continentale – continua il Governatore -. Questo per dire che sono quasi trascorsi quattro anni da quando due milioni di veneti si sono espressi alle urne rivendicando la scelta plebiscitaria dell’autonomia regionale e questo certificato conferma la necessità di accelerare anche su questo fronte. Oggi è una necessità improrogabile considerati i dati oggettivi forniti da Fitch”.

Il rating dell’Agenzia conferma, nello specifico, l’elevata qualità del lavoro svolto in questi anni dall’Amministrazione regionale, sia nel prudente ed efficiente utilizzo delle risorse pubbliche, sia nell’attenzione rivolta ad offrire, a basso costo, efficaci servizi a cittadini ed imprese.

“Non dimentichiamo che questi buoni indicatori socio-economici li abbiamo raggiunti senza mettere le mani nelle tasche dei Veneti – sottolinea il Presidente -. E parliamo di più di un miliardo di euro che rimangono a disposizione di cittadini ed imprese, perché il Veneto è l’unica, tra le regioni a statuto ordinario, a non applicare alcun aumento dell’addizionale Irpef statale, la cui aliquota rimane al livello base fissato dalla legge nazionale senza aumenti di sorta da parte della Regione”.

“Nonostante questo sforzo assicuriamo investimenti sul territorio, con servizi e infrastrutture – conclude il Governatore -. Ricordo, infatti, che nel bilancio di previsione 2022-2024 abbiamo stanziato 300milioni a favore del nuovo Ospedale di Padova, uno dei prossimi totem della sanità pubblica Veneta pronto a confrontarsi nel panorama della medicina internazionale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2021 alle 10:28 sul giornale del 20 settembre 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di economia, veneto, regione Veneto, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjT7