Sicurezza stradale, sottoscritto Protocollo d'Intesa. "Facciamo squadra per la sicurezza, formando 560mila studenti"

3' di lettura 09/05/2022 - “La sicurezza stradale è una priorità assoluta e la scuola è il nostro punto di riferimento. Non esistono strade pericolose, però serve educazione. I 560 mila studenti veneti di oggi percorrono già le nostre strade e saranno gli autisti di domani. Dobbiamo investire sulla loro cultura, facendo crescere l’attitudine alla sicurezza. Per questo abbiamo deciso di fare sintesi in questo progetto, unico nel suo genere in Italia, che sarà coordinato dalla Regione con tutti i gestori autostradali, il quale permetterà di coinvolgere tutti i giovani”.

Così il Presidente della Regione del Veneto ha presentato e introdotto la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa per la sicurezza stradale tra Regione, concessionarie autostradali (Autostrada del Brennero, Autostrada Brescia-Verona-Vicenza-Padova, Autostrade per l’Italia, CAV, Autovie Venete e Superstrada Pedemontana), Veneto Strade e Ufficio Scolastico Regionale siglato questa mattina a Palazzo Balbi.

Il Protocollo nasce su iniziativa della Regione, dalla volontà di coordinare, sotto una regia unica, le iniziative e le buone pratiche attuate dai concessionari autostradali negli anni, volte ad analizzare i comportamenti a rischio lungo le strade, a monitorare l'evoluzione dei risultati nel tempo, e a promuovere campagne di educazione alla sicurezza stradale, anche nelle scuole, avvalendosi pure delle testimonianze dirette di coloro che vivono quotidianamente la realtà degli incidenti stradali.

Sul tema della sicurezza, la Regione del Veneto, mediante questa iniziativa, probabilmente unica nel panorama nazionale, ha ritenuto opportuno quindi creare una sinergia di azione con gli operatori del settore (6 concessionari autostradali e 1 concessionario stradale, che insieme gestiscono, nel territorio veneto, oltre 630 km di rete autostradale e ulteriori 1800 km di viabilità minore), coinvolgendo altresì l’Ufficio Scolastico regionale.


“Crediamo molto nella sicurezza stradale – ha spiegato il Governatore del Veneto, sottolineando il ruolo della Regione nella sigla del Protocollo -. Lo dimostra il fatto che, solo dal 2016 ad oggi, abbiamo messo in campo 532 progetti per un totale di oltre 162 milioni di euro, di cui 73,3 regionali, per realizzare 94 nuove rotatorie, 190 nuovi tratti di piste ciclabili e 248 interventi di messa in sicurezza della rete viabilistica. Continueremo a investire anche nell’educazione stradale, un ambito nel quale siamo felici di fare da regia in questa importante operazione”.


“Non intendiamo perdere tempo, le iniziative saranno avviate a breve – ha concluso il Governatore -. La dr.ssa Carmela Palumbo, direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale, farà da punto di riferimento alle iniziative che le concessionarie stradali finanzieranno. Prevediamo di partire anche con una serie di azioni di comunicazione, alcune che coinvolgeranno i locali da ballo. L’obiettivo è puntare a informare il più possibile, anche con campagne ad effetto”.


Il Protocollo d’intesa, seguito dalle strutture in capo alla Vicepresidente e Assessore alle Infrastrutture e Trasporti, ha come scopo principale, attraverso l’istituzione di una regia unica, quello di attuare un’efficace azione di prevenzione e coordinamento, da realizzarsi mediante la condivisione delle iniziative e delle buone pratiche attuate dai concessionari autostradali nel corso degli anni. In base al Protocollo firmato oggi Regione e Ufficio Scolastico Regionale dovranno, quindi, predisporre un documento annuale che conterrà il dettaglio delle attività da svolgere e la stima dei fabbisogni finanziari necessari.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2022 alle 17:07 sul giornale del 10 maggio 2022 - 109 letture

In questo articolo si parla di attualità, veneto, regione Veneto, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c6yh





logoEV