Libri. Premiati a Padova i vincitori del premio Piccolo Galileo

5' di lettura 14/10/2022 - Sono ‘Il Giardino delle Meduse", edizione Camelozampa, autrice Paola Vitale e Rossana Bossù (categoria Junior) e "Virus Game", edizione Mondadori, autori Antonella Viola e Federico Taddia (categoria Young) i libri vincitori del premio Piccolo Galileo, ideato e curato da Pleiadi e promosso dal Comune di Padova - Assessorato alla Cultura con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Il premio dedicato alla letteratura scientifica per bambine e bambini, ragazze e ragazzi, è una prima assoluta nel panorama italiano, pensato da Pleiadi, che da oltre 10 anni si occupa di divulgazione scientifica con particolare attenzione verso il mondo dei bambini e dei ragazzi, ha l’obiettivo di premiare un mondo, quello della divulgazione per ragazzi, che negli ultimi anni ha aumentato la sua presenza negli scaffali e nel web. Il premio, che si divide in due categorie, Junior per lettori tra i 5/10 anni e Young per lettori tra gli 11/16 anni, si colloca nella cornice del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica, il premio per i Senior ormai giunto alla XVI edizione.La cerimonia di premiazione si è svolta il 14 ottobre, presso l’Agorà del Centro Culturale Altinate San Gaetano, nell'ambito della Settimana della Scienza, davanti ad un folto pubblico composto per lo più da bambini e ragazzi accompagnati dai loro genitori. I libri vincitori sono arrivati alla finale assieme ad altri due libri finalisti per ciascuna categoria, selezionati tra i 54 candidati al Premio da una giuria scientifica composta da 4 giurati: Chiara Di Benedetto, Presidente di Giuria, e docente dell’Università degli Studi di Padova, esperta in Comunicazione delle Scienze; Caterina Boccato, Responsabile Comunicazione Nazionale Istituto Nazionale di Astrofisica, Pierangelo Soldavini, Giornalista Vicecaporedattore di Nòva24, Il Sole 24 Ore; Giulia Telli, Influencer e Responsabile di Mamma che Libro!.Il percorso per giungere a decretare il vincitore della categoria Junior e quello della categoria Young ha visto la partecipazione di una giuria di 10 bambini/e e 10 ragazzi/e che hanno ricevuto i libri finalisti come lettura estiva per poi decretare la propria classifica finale. Il loro voto assieme a quello della giuria scientifica e al voto dei bambini/e e ragazzi/e presenti in sala alla cerimonia finale, ha permesso di decretare il vincitore assoluto. Per la categoria Junior ad aggiudicarsi il primo posto è stato ‘Il giardino delle meduse’ di Paola Vitale, editore Camelozampa, illustrazioni di Rossana Bossù. Un’immersione nel mondo delle meduse, per scoprire tutto di queste strane creature e capire perché studiarle è importante per il nostro futuro. Colorano di riflessi l’acqua degli oceani più profondi, dei porti e delle spiagge. Sono trasparenti, dai colori accesi e brillanti. Vivono ovunque, dall’Artico fino agli oceani tropicali. Ma quanto sappiamo delle meduse? Sono velenose? Si possono mangiare? È vero che possono addirittura essere immortali? Cosa sono le “fioriture di meduse” e perché sono considerate indicatori dei cambiamenti climatici? Secondo posto per ‘Estintopedia’, autore Serenella Quarello, illustrazioni di Alessio Alcini editore Camelozampa. Terzo posto per ‘C come Cervello. Neuroscienze per lettori curiosi’, autore: Marcello Turconi, editore Nomos Edizioni.Per la categoria Young ad aggiudicarsi il primo posto è stato ‘Virus Game’, di Antonella Viola e Federico Taddia, editore Mondadori. Un libro giocoso, autorevole e divertente, per capire come funziona e si protegge il nostro corpo: dal momento in cui vieni al mondo il tuo corpo, e in particolare il sistema immunitario, è impegnato in una grande e complessa sfida fatta di trappole, scontri, schemi di attacco e difesa, passaggi segreti e pericoli, proprio come in un videogame! Livello dopo livello, le cellule e le molecole si attivano e si scambiano informazioni con un unico obiettivo: difendere e mantenere l’equilibrio del corpo aiutandolo a combattere virus, batteri, funghi, protozoi e parassiti. In palio, c’è il premio più importante: la salute. Secondo posto per ‘Come sta la terra?’, di Pierdomenico Baccalario e Federico Taddia con Claudia Pasquero, Editrice Il Castoro. Terzo posto per ‘Galileo Galilei. Il messaggero delle stelle’, di Francesco Niccolini e Massimiliano Favazza editore Becco Giallo."Fa molto piacere che autori e case editrici abbiano creduto nel Premio Piccolo Galileo dedicato ai lettori più giovani. Un segnale positivo sia per il mondo dell’editoria, sia per la cultura perché avvicinare i giovani alla scienza, far comprendere loro i meccanismi che stanno alla base della ricerca a partire dal più semplice, ma talvolta trascurato della verifica sperimentale delle ipotesi sviluppate, è un elemento fondamentale della comprensione del mondo e della nostra società contemporanea”, ha affermato Andrea Colasio Assessore alla Cultura del Comune di Padova.“Questa è stata la prima edizione del premio Piccolo Galileo, un premio unico in Italia che vuole premiare il grande lavoro dei comunicatori e illustratori scientifici in Italia. Si parla tanto di STEM, ma per educare al sapere scientifico non si può pensare di farlo solo a scuola, anche la lettura a casa ha il suo peso. Lo si vede anche dai dati di vendita dei libri scientifici per questo target. Il Piccolo Galileo vuole quindi premiare questo mondo, fatto non solo di autori, ma anche di illustratori, la divulgazione per ragazzi è un’unione di testo e immagini", ha detto Alessio Scaboro, presidente Scientifico di Pleiadi e del Premio Piccolo Galileo.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 15-10-2022 alle 15:15 sul giornale del 15 ottobre 2022 - 8 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dwgx





logoEV