Sequestro di 1,2 tonnellate di articoli pirotecnici stoccati in maniera pericolosa, oltre 1 milione di cosmetici e 10.000 giocattoli non sicuri per i consumatori

2' di lettura 14/11/2022 - Nella seconda metà del mese di ottobre, i Finanzieri del Comando Provinciale di Padova, nell’ambito del dispositivo operativo per il contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, hanno sottoposto a sequestrato 1,2 tonnellate di articoli pirotecnici, stoccati in violazione delle norme di sicurezza, nonché 1 milione di cosmetici e 10.000 giocattoli, per irregolarità in materia di etichettatura.

L’operazione, condotta in distinti momenti dai Baschi Verdi del Gruppo, trae origine da una capillare attività info-investigativa svolta sul territorio provinciale, che ha consentito di individuare presso la zona industriale di Padova due società dedite al commercio all’ingrosso di merce varia e, soprattutto, di ingenti quantità di articoli pirotecnici importati in vista delle prossime festività di fine anno.

In dettaglio, all’atto del controllo operato dai militari, sono state rinvenuti numerosi fuochi d’artificio che, seppur fabbricati e importati regolarmente, risultavano stoccati in commistione con altro materiale altamente infiammabile e in maniera non conforme alle prescrizioni e cautele imposte dalla normativa vigente.

Per le anzidette violazioni, accertate anche mediante un’immediata ispezione dei luoghi a cura dei Vigili del Fuoco di Padova, fermo restando che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza in relazione alle vicende in esame sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna, i titolari degli esercizi controllati sono stati segnalati alla locale Autorità Giudiziaria per i reati di omissione colposa di cautele o difese contro disastri o infortuni sul lavoro e commercio abusivo di materie esplodenti.

Durante l’accesso sono stati rinvenuti, inoltre, rilevanti quantità di prodotti per la cosmesi, posti in commercio omettendo le informazioni minime per i consumatori, nonché le avvertenze e le indicazioni sulla composizione dei materiali, e diversi giocattoli, sprovvisti anche della marcatura CE.

Pertanto, si è proceduto al sequestro amministrativo dei suddetti prodotti non in regola e alla segnalazione dei legali rappresentanti delle società alla Camera di Commercio di Padova per l’avvio del procedimento amministrativo sanzionatorio.

Ulteriori accertamenti sono ancora in corso per quantificare il giro d’affari e risalire ai canali di approvvigionamento della merce.

L’attività delle Fiamme Gialle di Padova s’inserisce nel più ampio novero dei compiti istituzionali assolti dalla Guardia di Finanza, a tutela del mercato dei beni e servizi, orientati al contrasto dei diversi fenomeni illeciti che minacciano la proprietà industriale, il Made in Italy, il diritto d’autore e la sicurezza dei consumatori.






Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2022 alle 11:30 sul giornale del 15 novembre 2022 - 2 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dCr1





logoEV