...

Il via libera all’asporto fino alle 22 dalle enoteche o esercizi di commercio al dettaglio di bevande, fermo restando il divieto al consumo sul posto, salva le 700 enoteche venete e supera l’ingiustificata discriminazione nei confronti di alimentari e supermercati ai quali è consentita la vendita del vino.